La "carta" dei vini Ŕ una grande lavagna pendente dal soffitto che propone una buona scelta di vini regionali, prevalentemente veneti, fiulani e toscani.


SOPA COADA

Ingredienti per 4 persone: 3 piccioni novelli, 1 cipolla, 1 carota, 1 costa di sedano, rosmarino, brodo di carne, pane raffermo al bisogno, parmigiano grattugiato q.b.Preparazione: su un soffritto di carota, sedano e cipolla, con abbondante burro, far soffriggere un piccione a persona tagliato a metà per il lungo. Quando la cipolla è appena bionda aggiungere un po' di vino bianco, e quando questo è evaporato, salare, pepare e coprire i piccioni con poco brodo; portarli a cottura, con coperchio, a fuoco moderatissimo. A cottura avvenuta, disossare i piccioni senza sfasciarli troppo. Si rimettono i resti della carcassa nel sugo di cottura e si ricoprono di buon brodo, lasciando sobbollire il tutto. Sistemare sul fondo di un recipiente di coccio uno strato di fette di pane, disporvi una parte delle polpe del piccione, cospargere di abbondante parmigiano e poco rosmarino precedentemente tritato e procedere così alternando fette di pane, brodo,polpe di piccione, parmigiano e rosmarino, almeno per tré strati.
Coprire il tutto con il brodo quindi mettere in forno a "covare" lentamente per almeno quattro ore, sino a quando il brodo sia quasi completamente evaporato. Si serve asciutta, con l'accompagnamento, a parte, di una tazza di brodo ristretto, che il commensale potrà sia versare sulla zuppa-pasticcio che sorseggiarei.



CONIGLIO ALLA CASERECCIA.

Occorrente per quattro persone: 1 coniglio, 1 limone. 2 stecche di cannella, 1 cipolla tritata.
4 acciughe, sale e pepe, vino bianco, olio extravergine di oliva, un trito composto da salvia,
rosmarino. aglio.
Tagliare a pezzi il coniglio e metterlo quindi in frigorifero per un giorno a marinare con vino bianco il limone tagliato in quarti e la cannella intera.
Scolare quindi il coniglio, togliendo gli aromi, mettere i pezzi in casseruola senza olio a fuoco medio, in maniera da far fuoriuscire l'acqua, scolare nuovamente, quindi porre il tutto in una teglia da forno, condire con olio, la cipolla tritata, le acciughe, sale e pepe e un bicchiere di vino bianco, mettere la teglia in forno a circa 180° e far cucinare per circa un'ora e mezza, bagnando
all'occorenza con un po' di vino bianco. Verso fine cottura cospargere il coniglio con gli aromi tritati. Servire poi con polentina morbida.

Ricetta di Severin Guido, chef della Trattoria Toni del Spin di Treviso.



Villa rentals in Italy